Magazine

Lattuga

Seleziona un argomento

Fonte: Articolo pubblicato da Valsoia
Storia:

L'origine del nome, come già si può intuire, deriva da latte o latice, e prende chiaramente spunto dal liquido bianco (lactucarium) che fuoriesce quando viene tagliato il gambo. I Greci e i Romani già conoscevano vari tipi di lattuga, un ortaggio a quei tempi diffuso ed apprezzato.

Varietà:

Le principali tipologie sono: la lattuga romana, caratterizzata da foglie strette e allungate; la lattuga a cappuccio, caratterizzata da un cespo a foglia larga di forma tondeggiante con margini leggermente ondulati; la lattuga da tagliolattughino, della quale ce ne sono di diversi tipi (quella a foglie lunghe e verdastre, quella a foglie tenere e bianche, o quella raccolta in piccoli cespi ricciuti). Al gruppo delle lattughe romane appartengono: Marvel, Bionda degli Ortolani, Verde degli Ortolani, Pallone Bougival, Gigante bianca, Gigante rossa, Gigante verde e Bianca d'Inverno. Per quanto riguarda le lattughe a cappuccio, le più diffuse sono: Meraviglia delle Quattro Stagioni, Regina di Maggio, Goccia d'oro, Batavia bionda di Parigi, Augusta, Appia, Aurelia, Trocadero, Bionda di Berlino, Bruna e Rossa d'Inverno. Alle lattughe da taglio fanno parte varietà come: Trentina, Comune, Verde ricciolina, Bionda ricciolina, Spinacio e Lattughino riccio d'America. Nell'ambito di ciascuna sottospecie, le singole varietà sono classificate in base alla stagione di coltivazione: primaverili, estivo-autunnali ed invernali.

Proprietà nutrizionali:

Ricca di acqua (nel contiene il 95%), vitamine, elementi minerali (specialmente iodio, nichelio, cobalto, manganese e rame) e cellulosa, l'insalata aiuta a combattere la stitichezza e l'irritazione delle mucose intestinali. Questo ortaggio contribuisce inoltre al buon funzionamento del sistema nervoso e gode di azione rinfrescante, emolliente e depurativa.
Tutte le lattughe, spontanee o coltivate, contengono un succo lattiginoso, il lactucarium; le lattughe coltivate, tuttavia, ne contengono di meno. Il lactucarium è una sostanza complessa che esercita un'azione analgesica, sedativa e ipnotica: le insalate di lattuga sono, dunque, salutari se consumate durante il pasto serale, specialmente dalle persone nervose o che soffrono di insonnia; inoltre, la purea di lattuga è un piatto leggero e digeribile.

Consigli:

Al momento dell'acquisto assicurarsi che le foglie dell'insalata siano integre e lucide, senza "piegature"; o bordi anneriti; per quanto riguarda la conservazione riporla in frigorifero nello scomparto della verdura lontano da frutta come mele, banane e pomodori che producono etilene, un gas dannoso per le sue delicate foglie. Evitare di spezzettarla, se non al momento di servirla.

pdf

Seleziona un argomento

Scopri le nuove alternative al formaggio Valsoia

Concorso valido dal 01/09/18 al 28/01/19. Estrazione finale entro il 31/03/2019.
Montepremi 16.500 € (IVA inclusa) Regolamento completo su www.siavalsoiaevinci.it

X Partecipa subito su www.siavalsoiaevinci.it