Magazine

Informazioni per chi non può assumere latte e derivati

Seleziona un argomento

Fonte: Articolo pubblicato da Valsoia

Valsoia non utilizza latte vaccino né derivati nella formulazione dei propri prodotti.
Tutta la filiera produttiva è presidiata e controllata in modo da evitare contaminazioni da latte vaccino, a partire dall’acquisto delle materie prime fino alla produzione e al confezionamento del prodotto finito, con lo scopo di garantire al consumatore allergico al latte un prodotto sicuro, esente anche da tracce per contaminazione accidentale.

Valsoia, in aggiunta alle garanzie ricevute dai suoi fornitori e alle procedure in atto per prevenire contaminazioni, effettua regolarmente analisi per la ricerca di tracce di proteine del latte. Solo quei prodotti che forniscono un risultato inferiore al limite di rilevabilità analitico, pari a 2,5 mg/kg (quantità al di sotto della quale l’analisi non è in grado di rilevare la presenza delle proteine del latte) vengono immessi sul mercato.

Sulle confezioni di alcuni prodotti, però, (vedi elenco sottostante), Valsoia ha inserito la seguente avvertenza: “Può contenere tracce di proteine del latte e di lattosio”. Questo non significa affatto che tracce di latte siano effettivamente presenti nel prodotto, ma solamente che uno o più ingredienti vengono approvvigionati da fornitori che non riescono a garantirne completamente l’assenza per contaminazione accidentale, oppure che il prodotto finale è confezionato in uno stabilimento che processa anche alimenti a base di latte vaccino con caratteristiche tali da non permettere a Valsoia di escludere con certezza che si possano verificare contaminazioni dovute a particelle di latte vaccino residue negli impianti di lavorazione condivisi o adiacenti.

I soggetti allergici alle proteine del latte, in via cautelativa, è opportuno si astengano dal consumo del prodotto.

info_no_latte

pdf

Seleziona un argomento